Strumenti personali

Presentazione dell’Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti

L’Unione Italiana dei Ciechi, fondata a Genova il 26 ottobre 1920, è una organizzazione non lucrativa di utilità sociale (ONLUS), che ha come scopo statutario fondamentale l’integrazione sociale delle persone con disabilità visiva.

Eretta in ente morale con Regio Decreto 29 luglio 1923 n. 1789, ha personalità giuridica di diritto privato. Posta sotto la vigilanza del Ministero dell'Interno, esercita le funzioni di rappresentanza e tutela degli interessi morali e materiali dei ciechi e degli ipovedenti, attribuite con D.L.C.P.S. 26 settembre 1947, n. 1047 e confermate con D.P.R. 23 dicembre 1978.

Nel 2005, dopo il XXI Congresso Nazionale, l’Associazione ha assunto la denominazione di Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti (UICI).

L’Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti

  • favorisce la piena attuazione dei diritti umani, civili e sociali dei ciechi e degli ipovedenti, la loro equiparazione sociale e l'integrazione in ogni ambito della vita civile
  • promuove ed attua iniziative per l’istruzione dei ciechi e degli ipovedenti e per la loro formazione culturale e professionale
  • promuove la piena attuazione del diritto al lavoro per i ciechi e gli ipovedenti
  • promuove ed attua iniziative per la prevenzione della cecità, per il recupero visivo, per la riabilitazione funzionale e sociale dei ciechi e degli ipovedenti.

La nostra mission

Noi crediamo che la vita sociale sia per tutti un valore fondamentale. Grazie ad essa ogni persona può esprimere i propri sentimenti e le proprie capacità.

Purtroppo ancora oggi la disabilità visiva rischia di rimanere un fattore discriminante e pregiudiziale per la totale integrazione e attuazione dei diritti umani, civili e sociali per i ciechi e gli ipovedenti.

È per questo che la nostra associazione si impegna costantemente per fornire i servizi necessari alle specifiche esigenze del singolo e della propria famiglia, stimolando la pubblica amministrazione ad intervenire per creare le condizioni necessarie alla piena integrazione sociale dei ciechi e degli ipovedenti.

Azioni sul documento